BUSINESS CONTINUITY

 

Quanto più sono sensibile alla paura, tanto meglio posso prevenire, scansare, affrontare i pericoli.

(Reinhold Messner)

 

Al giorno d'oggi il mercato richiede sempre di più all'Azienda di essere in grado di assicurare la continuità di fornitura dei propri prodotti e servizi.

Per rispondere a questa necessità, e assicurare gli SLA contrattualizzati, l'Azienda deve definire, strutturare e migliorare la propria " Resilienza Organizzativa ", in modo tale da essere in grado di rispondere positivamente (alle richieste di fornitura del cliente) anche al verificarsi di eventi avversi e/o imprevedibili.

 

Con l'attuale complessità e iterazione dei processi aziendali, per riprendere velocemente la fornitura di prodotti e servizi la sola tecnologia non è più sufficiente, ma diventa indispensabile gestire i processi con metodologie adeguatamente testate atte a ridurre la fragilità dell'Azienda.

 

Occorre rammentare che Resilienza OrganizzativaContinuità Operativa non si improvvisano e, senza una metodologia preventivamente testata, è difficile gestire la complessità di un'Azienda al verificarsi dell'evento.

 

Ci proponiamo come supporto all'Azienda per l'implementazione del proprio sistema di Business Continuity; le nostre metodologie fanno riferimento alle Good Practice Guidelines (GPG) del Business Continuity Institute e alla Norma ISO 22301 (che è certificabile). 

  

Infrastruttura critica

" resilienza organizzativa " per proteggere le infrastrutture critiche e  assicurare la continuità di fornitura.

 

Business Continuity e Resilienza Organizzativa

 La " resilienza " non è una condizione ma un processo:

la si costruisce lottando. (G. Vailant)

 Il supporto consulenziale prevede l'attuazione di attività inerenti a:

  • Formazione e informazione sull'argomento per sensibilizzare e rendere consapevole il personale coinvolto;
  • Mappatura processi, individuazione processi critici e definizione del perimetro;
  • Implementazione BIA (Business Impact Analysis), definizione RTO (Recovery Time Objective) e RPO (Recovery Point Objective);
  • Progettazione delle attività inerenti la continuità (a livello strategico e operativo);
  • Realizzazione Piani di Continuità Operativa;
  • Progettazione e realizzazione di esercitazioni e Test di Continuità Operativa;
  • Revisione e aggiornamento di quanto realizzato.